Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Visualizzazione risultati 11 fino 15 di 15

Discussione: Interessanti in questo momento le materie prime

          
    Bookmark and Share
  1. #11
    Data registrazione
    16-09-2007
    Messaggi
    191

    Predefinito

    Ciao Dinamo, premettendo che l'obiettivo è in ottica di investimento pluriennale (o fino a quando non si configuri sul grafico un andamento iperbolico al rialzo ).
    Guardando il grafico dell'indice CRB noto che è rimbalzato sul supporto dato dai minimi del 1986 e 1992 (a quota 200 circa) mentre solamente 2 volte tale indice si è spinto più in basso nel 1999 e nel 2001 (quota 180 circa); oggi siamo in una fascia di prezzo "relativamente bassa" (circa 220) delle commodities, ovviamente anche a causa della crisi, scarsa domanda etc.etc.
    Questo non vuol assolutamente dire che non sia possibile vedere minimi anche più bassi dei precedenti ... dipenderà tutto ovviamente dall'evolversi della crisi.
    E' indubbio anche che l'andamento dei mercati, inflazione, espansione e recessione è ciclico, anche a causa dei comportamenti delle varie banche centrali/governi ... etc.etc..
    Con la liquidità immessa sui mercati, i tassi ai minimi, etc.etc. penso che prima o poi l'inflazione e la domanda di commodities aumenteranno facendo nuovamente aumentare il valore di quest'ultime.
    Premesso questo ho pensato di investire a mezzo piano di accumulo (da 6 a 10 quote) : se il valore scenderà immetterò una quota di investimento ogni 5% circa di valore perso (cioè a 210 - 200 - 190 - 180 ... ), se al contrario i prezzi resteranno fermi incrementerò comunque con una nuova quota ogni 2 mesi circa ...
    L'obiettivo che mi son posto è di investire una quota di capitale (tra il 5 e 10%) in commodities anche in ottica di diversificazione di portafoglio.
    Ciao ciao.
    Ultima modifica di lux69 : 18-04-2009 alle ore 09.12.52
    Lux69
    L'importante non è IL TITOLO ma IL METODO (e rigorosamente rispettarlo)

  2. #12

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da lux69 Visualizza messaggio
    Ciao Oreste ! Sempre un piacere leggerti ... son entrato oggi in ottica di investimento pluriennale sul ETF CRB (all commodities dove però l'energia e le materie agricole fanno da "padone"); penso che con tutta la liquidità immessa, la domanda sui minimi, l'inflazione quasi "negativa" non si possa che ripartire ... suddivido l'investimento in almeno 5 parti di cui appunto oggi la prima.
    anche io avevo visto questo etfs, però poi mi sono fermato perchè ha il rischio cambio: "Rischio di cambio EUR / USD poichè il valore del Fondo Comune è calcolato in Euro e l'indice replicato dal
    Fondo Comune è calcolato in USD." e credo che se negli usa parte l'inflazione alta, allora il dollaro si deprezzerà non poco.
    Se ce ne fosse uno senza rischio cambio sarebbe perfetto.
    La religione é un narcotico con cui l'uomo controlla la sua angoscia, ma ottunde la sua mente. (Freud)

  3. #13

    Predefinito

    IN teoria macroeconomica un alta inflazione comporta un innalzamento dei tassi di interessi per fronteggiarla, e le aspettative di rialzo dei tassi portano all'apprezzamento del tasso di cambio; quindi il dollaro dovrebbe in teoria apprezzarsi.

    In ogni caso in pratica potrebbe pure avvenire il contrario.

    Graficamente è in trading range.

    Il tasso di cambio Eur/Usd naturalmente rappresenta una maggiorazine del rischio come diceva giustamente Trader
    Solo un deficiente perdente tratta diversamente le persone in base al denaro/potere di questi ultimi

    Lealtà, Uguaglianza, Solidarietà, Meritocrazia, Giustizia in un'unica parola: Dio

    Seguici su Twitter: @tradingforumit

    Seguimi su Twitter: @OresteBoccia

  4. #14

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Oreste1980 Visualizza messaggio
    IN teoria macroeconomica un alta inflazione comporta un innalzamento dei tassi di interessi per fronteggiarla, e le aspettative di rialzo dei tassi portano all'apprezzamento del tasso di cambio; quindi il dollaro dovrebbe in teoria apprezzarsi.

    In ogni caso in pratica potrebbe pure avvenire il contrario.

    Graficamente è in trading range.

    Il tasso di cambio Eur/Usd naturalmente rappresenta una maggiorazine del rischio come diceva giustamente Trader
    Oreste, è vero quello che dici, solo che qui in realtà come stanno esattamente le cose e come si evolveranno lo sa solo Dio ...
    in teoria, certo, alzi i tassi e si apprezza il cambio, ma questo se l'innalzamento dei tassi segue non solo l'inflazione ma anche il ciclo economico.
    Siamo sicuri che quando saranno costretti ad alzare i tassi, questo non provocherà una strozzatura della gia debole economia?
    A me sebra molto più probabile una futura stagflazione degli usa rispetto ad una sola "semplice" inflazione.
    In quel caso sinceramente non ho idea di cosa succede al cambio, ma " a occhio" , io non investirei mai su una moneta di un paese colpito da crisi economica e alta inflazione.
    La religione é un narcotico con cui l'uomo controlla la sua angoscia, ma ottunde la sua mente. (Freud)

  5. #15

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Trader quando mi va! Visualizza messaggio
    Oreste, è vero quello che dici, solo che qui in realtà come stanno esattamente le cose e come si evolveranno lo sa solo Dio ...
    in teoria, certo, alzi i tassi e si apprezza il cambio, ma questo se l'innalzamento dei tassi segue non solo l'inflazione ma anche il ciclo economico.
    Siamo sicuri che quando saranno costretti ad alzare i tassi, questo non provocherà una strozzatura della gia debole economia?
    A me sebra molto più probabile una futura stagflazione degli usa rispetto ad una sola "semplice" inflazione.
    In quel caso sinceramente non ho idea di cosa succede al cambio, ma " a occhio" , io non investirei mai su una moneta di un paese colpito da crisi economica e alta inflazione.

    Sono le aspettative sulla politica monetaria che influenzano il cambio non gli interventi stessi(perchè già scontati).

    Il problema non è capire questo ma quando finirà la recessione...

    Ank'io starei fuori da investimenti su valute diverse da euro, dollaro, franco svizzero e yen, in est europa sono con l'acqua alla gola per essersi indebitati nelle valute euro e franco svizzero.
    Solo un deficiente perdente tratta diversamente le persone in base al denaro/potere di questi ultimi

    Lealtà, Uguaglianza, Solidarietà, Meritocrazia, Giustizia in un'unica parola: Dio

    Seguici su Twitter: @tradingforumit

    Seguimi su Twitter: @OresteBoccia

Bookmarks

Bookmarks

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •