Pagina 1 di 11 123 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 1 fino 10 di 101

Discussione: TES Tesmec

          
    Bookmark and Share
  1. #1
    Data registrazione
    16-09-2007
    Messaggi
    16,156

    Predefinito TES Tesmec

    Tesmec, ok Consob a prospetto per quotazione in Borsa
    mercoledì 19 maggio 2010 18:02



    MILANO, 19 maggio (Reuters) - Tesmec ha ottenuto da Consob il via libera alla pubblicazione del prospetto informativo per l'opvs finalizzata alla quotazione sul Mta di Borsa Italiana.

    Tesmec è tra i principali produttori nel settore della tesatura di linee elettriche aeree ad alto voltaggio e nel settore dei trencher cingolati ad alta potenza per lo scavo in linea a sezione obbligata, spiega una nota.

    Il global coordinator dell'operazione è Mediobanca che sarà anche responsabile del collocamento per l'offerta pubblica, sponsor e specialista.

  2. #2
    Data registrazione
    16-09-2007
    Messaggi
    16,156

    Predefinito

    Ipo Tesmec, attività del gruppo

    Il gruppo bergamasco opera nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di macchine per tesatura e macchine trencher

    Mauro Introzzi giovedì, 17 giugno 2010 - 16:19



    Tesmec: la storia
    L’attività del gruppo Tesmec (le caratteristiche e la tempistica dell'offerta) risale al 1951 con la costituzione di “C.R.F. – Officina Meccanica di Precisione S.p.A.”, su iniziativa di Annibale Caccia Dominioni e Alfredo Brignoli. La società era specializzata in lavorazioni di alta precisione per particolari meccanici.
    Agli inizi degli anni ‘60, la società si focalizza nella progettazione e produzione di macchinari e attrezzature per la tesatura di linee elettriche ad alto voltaggio e si caratterizza, sin dalle sue origini, per la particolare attenzione dedicata all’attività di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti e soluzioni tecnologiche innovative.
    Negli anni ’80 viene costituita Tesmec Usa, con sede e unità produttiva in Mansfield (Dallas-Texas), attraverso cui il gruppo inizia la progettazione e produzione di trencher, ossia di macchine per la realizzazione di scavi in sezione obbligata o in linea ed il taglio in roccia dura su terreni accidentati, inizialmente utilizzate per la costruzione di reti di telecomunicazione.

    Nel corso degli anni ‘90 il gruppo inizia una nuova fase di crescita attraverso lo sviluppo di soluzioni e sistemi tecnologici avanzati nei settori della tesatura e dei trencher, realizzando nuove tipologie di macchine e prodotti, ed allo stesso tempo avvia una fase di internazionalizzazione e penetrazione dei mercati esteri, sia direttamente sia tramite importanti accordi di collaborazione commerciale.
    La società è stata costituita in data 7 gennaio 1991 in forma di società a responsabilità limitata, con denominazione sociale “Tesmec S.r.l.”. Successivamente, in data 1 gennaio 2000, la società è stata trasformata in società per azioni.

    Tesmec: le attività
    Attualmente il gruppo Tesmec è attivo, principalmente, nella progettazione, produzione e commercializzazione di soluzioni integrate per la costruzione e la manutenzione di infrastrutture quali: reti aeree e interrate e tubi (pipeline).
    In particolare, il gruppo opera attraverso due linee di prodotti nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di:
    - macchine e sistemi integrati per la tesatura di reti elettriche e cavi in fibra ottica, nonché per la tesatura di reti elettriche ferroviarie,
    - macchine trencher cingolate ad alta potenza per lo scavo in linea di reti e di tubi (pipeline) interrati o per opere di sbancamento e, in misura minore, di macchine da cantiere multifunzionali.

    L’attività è ripartita quasi equamente tra le due aree d’attività. Nell’esercizio 2009 i ricavi del business delle macchine per la tesatura sono stati 44,48 milioni di euro mentre quelli del business delle macchine trencher sono stati 41,60 milioni di euro. Sul totale la prima area ha contribuito al 51,7%, la seconda al 48,3%.
    I rapporti sono mantenuti pressoché invariati per quanto riguarda il portafoglio ordini, che al 30 aprile scorso indicavano per le soluzioni integrate per la tesatura un valore di 26,5 milioni, mentre il portafoglio ordini relativo alle soluzioni integrate per lo scavo era pari a 22,6 milioni di euro.

    Il gruppo Tesmec commercializza e distribuisce i propri prodotti mediante una presenza diretta in 5 paesi (costituita da società estere e uffici commerciali) e una presenza indiretta in altri 57 paesi (costituita da concessionari e da agenti).
    La clientela sembra poco concentrata. Nel 2009 i primi dieci clienti del gruppo hanno rappresentato il 30,1% dei ricavi consolidati

    Tesmec dispone di quattro siti produttivi, tre in Italia, ad Endine Gaiano (Bergamo), a Grassobbio (Bergamo) e a Sirone (Lecco) e uno negli Stati Uniti d’America ad Alvarado (Texas)
    Nell’esercizio 2009 e nel trimestre chiuso al 31 marzo 2010, il gruppo Tesmec ha impiegato in media rispettivamente 342 e 327 dipendenti.

  3. #3

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da karin Visualizza messaggio
    Ipo Tesmec, attività del gruppo

    Il gruppo bergamasco opera nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di macchine per tesatura e macchine trencher

    Mauro Introzzi giovedì, 17 giugno 2010 - 16:19



    Tesmec: la storia
    L’attività del gruppo Tesmec (le caratteristiche e la tempistica dell'offerta) risale al 1951 con la costituzione di “C.R.F. – Officina Meccanica di Precisione S.p.A.”, su iniziativa di Annibale Caccia Dominioni e Alfredo Brignoli. La società era specializzata in lavorazioni di alta precisione per particolari meccanici.
    Agli inizi degli anni ‘60, la società si focalizza nella progettazione e produzione di macchinari e attrezzature per la tesatura di linee elettriche ad alto voltaggio e si caratterizza, sin dalle sue origini, per la particolare attenzione dedicata all’attività di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti e soluzioni tecnologiche innovative.
    Negli anni ’80 viene costituita Tesmec Usa, con sede e unità produttiva in Mansfield (Dallas-Texas), attraverso cui il gruppo inizia la progettazione e produzione di trencher, ossia di macchine per la realizzazione di scavi in sezione obbligata o in linea ed il taglio in roccia dura su terreni accidentati, inizialmente utilizzate per la costruzione di reti di telecomunicazione.

    Nel corso degli anni ‘90 il gruppo inizia una nuova fase di crescita attraverso lo sviluppo di soluzioni e sistemi tecnologici avanzati nei settori della tesatura e dei trencher, realizzando nuove tipologie di macchine e prodotti, ed allo stesso tempo avvia una fase di internazionalizzazione e penetrazione dei mercati esteri, sia direttamente sia tramite importanti accordi di collaborazione commerciale.
    La società è stata costituita in data 7 gennaio 1991 in forma di società a responsabilità limitata, con denominazione sociale “Tesmec S.r.l.”. Successivamente, in data 1 gennaio 2000, la società è stata trasformata in società per azioni.

    Tesmec: le attività
    Attualmente il gruppo Tesmec è attivo, principalmente, nella progettazione, produzione e commercializzazione di soluzioni integrate per la costruzione e la manutenzione di infrastrutture quali: reti aeree e interrate e tubi (pipeline).
    In particolare, il gruppo opera attraverso due linee di prodotti nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di:
    - macchine e sistemi integrati per la tesatura di reti elettriche e cavi in fibra ottica, nonché per la tesatura di reti elettriche ferroviarie,
    - macchine trencher cingolate ad alta potenza per lo scavo in linea di reti e di tubi (pipeline) interrati o per opere di sbancamento e, in misura minore, di macchine da cantiere multifunzionali.

    L’attività è ripartita quasi equamente tra le due aree d’attività. Nell’esercizio 2009 i ricavi del business delle macchine per la tesatura sono stati 44,48 milioni di euro mentre quelli del business delle macchine trencher sono stati 41,60 milioni di euro. Sul totale la prima area ha contribuito al 51,7%, la seconda al 48,3%.
    I rapporti sono mantenuti pressoché invariati per quanto riguarda il portafoglio ordini, che al 30 aprile scorso indicavano per le soluzioni integrate per la tesatura un valore di 26,5 milioni, mentre il portafoglio ordini relativo alle soluzioni integrate per lo scavo era pari a 22,6 milioni di euro.

    Il gruppo Tesmec commercializza e distribuisce i propri prodotti mediante una presenza diretta in 5 paesi (costituita da società estere e uffici commerciali) e una presenza indiretta in altri 57 paesi (costituita da concessionari e da agenti).
    La clientela sembra poco concentrata. Nel 2009 i primi dieci clienti del gruppo hanno rappresentato il 30,1% dei ricavi consolidati

    Tesmec dispone di quattro siti produttivi, tre in Italia, ad Endine Gaiano (Bergamo), a Grassobbio (Bergamo) e a Sirone (Lecco) e uno negli Stati Uniti d’America ad Alvarado (Texas)
    Nell’esercizio 2009 e nel trimestre chiuso al 31 marzo 2010, il gruppo Tesmec ha impiegato in media rispettivamente 342 e 327 dipendenti.
    Testo bello pompato ad arte per spingere il parco buoi a sottoscrivere le azioni di questa azienda mentre i proprietari e le banche che ci le rifalano beccheranno parecchi soldi.

    Non si comprende se l'azienda è in utile o meno negli ultimi anni, il livello di indebitamento e le variazioni di fatturato. realizzate negli ultimi anni.

    Beppe Grillo ha proprio ragione, la borsa italiana è il luogo in cui si esternalizzano i debiti o meglio i proprietari ci vendono la loro spazzatura a suon di milioni di euro.

    Se ci riflettete, perchè dovrebbero cedervi le azioni di un'azienda che li arricchisce?

    Moana Pozzi lo prendeva dietro guadagnando e provando anke piacere, noi invece lo prendiamo con dolore rimettendoci soldi guadagnati col sudore.
    Ultima modifica di Oreste Rosario Boccia : 18-06-2010 alle ore 00.51.03
    Solo un deficiente perdente tratta diversamente le persone in base al denaro/potere di questi ultimi

    Lealtà, Uguaglianza, Solidarietà, Meritocrazia, Giustizia in un'unica parola: Dio

    Seguici su Twitter: @tradingforumit

    Seguimi su Twitter: @OresteBoccia

  4. #4
    Data registrazione
    16-09-2007
    Messaggi
    194

    Predefinito

    ....i numeri sono ottimi e le valutazioni basse. C'è quindi da chiedersi perché il principale azionista, Gianluca Vacchi, voglia vendere a questi prezzi. Fonti vicine a Vacchi assicurano che l'imprenditore non ha nessuna pressione dalle banche e la sua situazione è solida (??), la scelta di uscire risponde a una volontà presa da tempo...

    e ancora:

    ...Delle azioni che andranno sul mercato, la parte maggiore (36,7 milioni) saranno cedute dal principale azionista, la 3T Finanziaria di Gianluca Vacchi che ridurrà la sua quota dall'attuale 40% al 2,5%. Vacchi comprò la quota nel 2007 a un prezzo medio di 0,4 euro per azione, quindi realizzerà una plusvalenza compresa fra i 10 e i 20 milioni di euro...Insieme a Vacchi ci sono altri soci che vendono: la FI.IND che ridurrà la sua quota dal 20,8% al 10% e Alfredo Bignoli azzererà la sua partecipazione, oggi pari al 3,3%...

  5. #5

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da dersu Visualizza messaggio
    ....i numeri sono ottimi e le valutazioni basse. C'è quindi da chiedersi perché il principale azionista, Gianluca Vacchi, voglia vendere a questi prezzi. Fonti vicine a Vacchi assicurano che l'imprenditore non ha nessuna pressione dalle banche e la sua situazione è solida (??), la scelta di uscire risponde a una volontà presa da tempo...

    e ancora:

    ...Delle azioni che andranno sul mercato, la parte maggiore (36,7 milioni) saranno cedute dal principale azionista, la 3T Finanziaria di Gianluca Vacchi che ridurrà la sua quota dall'attuale 40% al 2,5%. Vacchi comprò la quota nel 2007 a un prezzo medio di 0,4 euro per azione, quindi realizzerà una plusvalenza compresa fra i 10 e i 20 milioni di euro...Insieme a Vacchi ci sono altri soci che vendono: la FI.IND che ridurrà la sua quota dal 20,8% al 10% e Alfredo Bignoli azzererà la sua partecipazione, oggi pari al 3,3%...
    Nonostante l'avessi intuito, non sapevo esistessero notizie negative sino a tal punto.

    Dersu dove hai trovato queste news?
    Solo un deficiente perdente tratta diversamente le persone in base al denaro/potere di questi ultimi

    Lealtà, Uguaglianza, Solidarietà, Meritocrazia, Giustizia in un'unica parola: Dio

    Seguici su Twitter: @tradingforumit

    Seguimi su Twitter: @OresteBoccia

  6. #6
    Data registrazione
    16-09-2007
    Messaggi
    194

    Predefinito

    guarda se non erro websim

    certo se nonostante tutto il contesto decidono cmq di quotarsi ora (ad un prezzo dimezzato rispetto quanto originariamente previsto nel settembre 2008) mi viene da pensare che.........

  7. #7

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da dersu Visualizza messaggio
    guarda se non erro websim

    certo se nonostante tutto il contesto decidono cmq di quotarsi ora (ad un prezzo dimezzato rispetto quanto originariamente previsto nel settembre 2008) mi viene da pensare che.........
    allora brava websim.

    Mi auguro che nessuno acquisti queste azioni Tesmec al collocamento.

    Cmq ogni giorno che passa aumenta il mio disgusto verso questo modo di fare finanza, con la Consob al primo posto che invece di tutelare i risparmiatori agisce nei fatti in modo tale da rovinargli, a vantaggio di imprenditori incapaci e disonesti.
    Ultima modifica di Oreste Rosario Boccia : 18-06-2010 alle ore 12.34.28
    Solo un deficiente perdente tratta diversamente le persone in base al denaro/potere di questi ultimi

    Lealtà, Uguaglianza, Solidarietà, Meritocrazia, Giustizia in un'unica parola: Dio

    Seguici su Twitter: @tradingforumit

    Seguimi su Twitter: @OresteBoccia

  8. #8
    Data registrazione
    16-09-2007
    Messaggi
    16,156

    Predefinito

    IPO Tesmec, strategia e dividendi

    I vertici dell’azienda hanno anticipato la volontà di distribuire sottoforma di dividendo il 40% dell’utile realizzato nell’esercizio in corso

    Edoardo Fagnani martedì, 22 giugno 2010 - 16:55



    Previsioni
    Come per tutte le aziende che si quotano, il management di Tesmec non ha potuto fornire stime puntuali per l’esercizio in corso.
    Nel prospetto informativo i vertici dell’azienda hanno segnalato che nei primi mesi del 2010 non si sono manifestate tendenze particolarmente significative nell’andamento della produzione, nell’evoluzione dei costi e dei prezzi di vendita, in grado di condizionare, in positivo o in negativo, l’attività del gruppo. Tesmec ha precisato che al 30 aprile il portafoglio ordini relativo alle soluzioni integrate per la tesatura è pari a 26,5 milioni di euro, mentre il portafoglio relativo alle soluzioni integrate per lo scavo è pari a 22,6 milioni. I due dati confermano i livelli registrati a fine marzo.
    Nel prospetto informativo i vertici dell’azienda hanno evidenziato che nel triennio 2007/2009 Tesmec ha investito complessivamente 29 milioni di euro, dedicati principalmente all’ampliamento degli impianti di produzione e degli stabilimenti lombardi, con l’obiettivo di razionalizzare il processo produttivo. Il management non ha fornito indicazioni puntuali sugli investimenti futuri e si è limitato a ricordare che gli investimenti in fase di realizzazione riguardano le attività relative ai progetti di ricerca e sviluppo, approvati nel piano industriale.
    Nel prospetto informativo Tesmac ha ricordato che l’azienda negli ultimi tre esercizi ha sempre distribuito un dividendo. In particolare nel biennio 2008/2009 la società ha staccato una cedola complessiva rispettivamente di 1,99 milioni di euro e di 2,58 milioni. Il dividendo per azione relativo all’esercizio 2009 è stato pari a 0,0285 euro ed è già stato incassato totalmente dai vecchi azionisti. Sempre il prospetto informativo segnala che, nel caso del mancato rispetto di alcune clausole relative ai finanziamenti in corso con alcuni istituti di credito, Tesmec potrebbe essere limitata nella distribuzione dei dividendi. Tuttavia, nel corso della conferenza di presentazione della società alla comunità finanziaria, i vertici dell’azienda hanno anticipato la volontà di distribuire sottoforma di dividendo il 40% dell’utile realizzato nell’esercizio in corso.

    Strategia
    Il collocamento di YOOX Group prevede l’emissione di 16,5 milioni di nuove azioni. Sulla base del prezzo massimo di 1,0 euro per azione, la società potrebbe incassare 16,5 milioni di euro, al lordo dei costi di quotazione.
    I vertici della società intendono utilizzare i proventi che saranno raccolti con il collocamento principalmente per consolidare la propria posizione nell’ambito dell’innovazione tecnologica, incrementando gli investimenti nell’attività di ricerca e sviluppo finalizzata ad ampliare la gamma prodotti per offrire soluzioni integrate. A questo proposito Tesmec non esclude accordi con partner tecnologici italiani o esteri, anche attraverso l’acquisto di know-how di terzi.
    Inoltre, la società intende utilizzare una parte dei proventi per proseguire l’espansione geografica nei paesi che presentano le maggiori opportunità in termini di crescita di quote del gruppo o crescita nei mercati specifici ritenuti strategici. Inizialmente questa strategia sarà perseguita attraverso l’apertura di uffici di rappresentanza o filiali oppure attraverso la costituzione di joint venture. In un secondo momento Tesmec potrà pensare direttamente a società operative.
    Solo in via residuale la società utilizzerà la liquidità disponibile per il rimborso di posizioni debitorie, in un’ottica di ottimizzazione delle fonti di finanziamento.
    Nel prospetto informativo i vertici di Tesmec hanno evidenziato che i piani di investimenti sul fronte delle infrastrutture per il trasporto di energia elettrica, dati e materiali (petrolio e derivati, gas e acqua) hanno dinamiche differenti in considerazione che si tratti di paesi emergenti (per esempio Brasile, Russia, India e Cina) o paesi maturi (Stati Uniti ed Europa) dove l’attenzione è principalmente focalizzata su logiche di manutenzione e ripristino. A tal fine, il gruppo intende mantenere il proprio posizionamento nei mercati che oggi presidia e sviluppare una presenza più significativa su quei mercati dove ha una quota di mercato marginale.
    Infine, per sostenere la crescita del gruppo in termini di competitività e capacità produttiva, il management intende continuare gli investimenti effettuati in immobilizzazioni e risorse umane, finalizzati in particolare a ottimizzare gli spazi produttivi italiani e statunitensi.

    Multipli e valutazione
    Sulla base del prezzo massimo indicato dai vertici della società (1,0 euro per azione) e supponendo la sottoscrizione integrale delle azioni offerte in aumento di capitale, la capitalizzazione iniziale di Tesmec potrebbe toccare i 107 milioni di euro. Prendendo in esame i risultati realizzati nel 2009 e la capitalizzazione stimata supponendo l’integrale sottoscrizione dell’aumento di capitale, il rapporto tra prezzo e utile netto oscillerebbe tra 10 e 14,5. Il rapporto tra Enterprise value (dato dalla somma tra capitalizzazione stimata e indebitamento finanziario netto previsto al momento della quotazione) e margine operativo lordo del 2009 si collocherebbe tra 7,1 e 8,8. L’Ev/Ebit, invece, oscillerebbe tra 9 e 11,3. Nel prospetto informativo i vertici di Tesmec hanno confrontato questi numeri con i multipli calcolati per diverse aziende nazionali e internazionali attive nel settore dei macchinari e nei servizi per il comparto energetico. Il p/e medio di queste aziende si attesta intorno a 9,5, mentre l’Ev/Ebitda medio di queste società è pari a 22,5. Tra le società prese come riferimento c’è anche l’italiana Prysmian. Il p/e calcolato per il gruppo nazionale è pari a 11,2, mentre l’Ev/Ebitda è di 6,3. I multipli sono sempre calcolati sulla base dei risultati del 2009. Il rapporto tra indebitamento netto e patrimonio netto, sulla base dei risultati di fine marzo si attesta a 2,2. Il valore è superiore all’unità, considerato un primo livello di attenzione per la struttura finanziaria di un’azienda. Inoltre, supponendo la sottoscrizione integrale delle azioni offerte, il rapporto dovrebbe ridursi ma dovrebbe mantenersi sopra l’unità.
    Nel prospetto informativo i vertici dell’azienda hanno puntualizzato che la valutazione del gruppo è stata effettuata utilizzando come modello principale il metodo dei multipli di mercato mentre la modalità di valutazione dello sconto dei flussi di cassa è stata utilizzata come metodologia di controllo. La società ha precisato che il prezzo definitivo sarà fissato tenendo conto delle condizioni del mercato azionario e della quantità e qualità di offerte ricevute dagli investitori istituzionali.
    Sempre nel prospetto informativo Tesmec ha ricordato che nel corso del 2007 3T Finanziaria e TTC, i due maggiori azionisti dell’azienda, hanno acquistato azioni della società a prezzi compresi tra gli 0,149 euro e gli 0,441 euro per azione. In occasione della quotazione 3T Finanziaria metterà sul mercato 28,326 milioni di azioni, rispetto a una quota di 36,233 milioni di titoli in portafoglio prima del collocamento. TTC, invece, non venderà alcun titolo.


    chissà cosa centri Yoox con Tesmec?...sarà un lapsus...
    Ultima modifica di karin : 27-06-2010 alle ore 22.06.53

  9. #9
    Data registrazione
    16-09-2007
    Messaggi
    16,156

    Predefinito

    IPO Tesmec, prezzo fissato a 0,7 euro


    Edoardo Fagnani domenica, 27 giugno 2010 - 19:53


    Si è conclusa l’offerta globale di azioni ordinarie Tesmec con una richiesta complessiva pari a circa 1,15 volte il quantitativo di titoli offerto. Il prezzo di offerta delle azioni oggetto dell’offerta è stato fissato a 0,7 euro per azione, il minimo della forchetta compresa tra gli 0,7 euro e gli 1 euro indicata inizialmente.
    La capitalizzazione della società, calcolata sulla base del prezzo di offerta, è pari a circa 75 mlioni di euro.
    La data di inizio delle negoziazioni è stata confermata al 1° luglio 2010.

  10. #10
    Data registrazione
    16-09-2007
    Messaggi
    16,156

    Predefinito

    Tesmec, ok da Borsa Italiana alla quotazione al segmento STAR


    Edoardo Fagnani martedì, 29 giugno 2010 - 16:47



    Borsa Italiana ha dato il via libera alla quotazione delle azioni Tesmec al segmento Star. I titoli avranno codice ISIN IT0004585243 e potranno essere scambiate a partire da giovedì 1° luglio. Borsa Italiana ha precisato che il primo giorno di quotazione non sarà consentita l’immissione di proposte senza limite di prezzo durante la fase di preasta delle azioni.

Bookmarks

Bookmarks

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •