Pagina 2 di 2 PrimoPrimo 12
Visualizzazione risultati 11 fino 18 di 18

Discussione: Solita discussione del solito novellino: ma in realtà perchè fare trading?

          
    Bookmark and Share
  1. #11

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da ilsommosaggio Visualizza messaggio
    La storia dei soldi facili senza fatica è fantastica. Le statistiche dicono che il 95% dei conti trading ogni anno vengono completamente azzerati. E questo non vuol dire che quel ventesimo di conti sia in attivo. in più la statistica è annuale, ciò vuol dire che chi non ha azzerato il conto l'anno prima lo farà con probabilità l'anno dopo. Dei conti in utile si parla intorno all'1% annuale, anche qua non è detto che lo sia l'anno prossimo. Fra questi quanti potranno essere ben sopra, quanti lo sapranno essere a lungo... 1 su mille forse è ottimistico. Come in tutte le attività meritocratiche i pochi bravi fanno tanto. Ma soldi facili proprio no, a meno che non si intenda soldi facili da perdere.


    paragonandolo a una attività di impresa, quale settore fa fuori il 95% in un anno e porta a sopravvivere 1 su mille, o forse meno? Ovvero, se sono facili questi, allora i soldi da fare come imprenditore sono facilissimi!
    Ma su quanti conti aperti è stata fatta la statistica?! se su 2000 allora vuol dire che ogni anno solo due trader riescono a chiudere in attivo (e bisogna vedere di quanto) il loro conto...e a questo punto mi conviene fermarmi ai 50€ spesi per il Murphy da leggere per cultura personale!

    Scusate ma dopo aver analizzato tutti i contro del mondo del trading, quali sono i pro allora?!

  2. #12

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da slevin19 Visualizza messaggio
    Ma su quanti conti aperti è stata fatta la statistica?! se su 2000 allora vuol dire che ogni anno solo due trader riescono a chiudere in attivo (e bisogna vedere di quanto) il loro conto...e a questo punto mi conviene fermarmi ai 50€ spesi per il Murphy da leggere per cultura personale!

    Scusate ma dopo aver analizzato tutti i contro del mondo del trading, quali sono i pro allora?!
    Giovanni noi ti stiamo mettendo in guardia dai rischi presenti nel trading.

    Studia il murphy, frequenta forum e blog di trading quotidianamente e nel frattempo potresti provare qualche demo per farti un'idea e per vedere se sei portato o meno.

    Ovviamente essere in attivo con la demo non vuol dire che lo sarai anche nella realtà, in quanto nel secondo caso subentrano altri fattori psicologici assenti quando si è consapevoli di non rischiare nulla.

    I pro gli abbiamo gia descritti nei precedenti post (denaro, cultura, emozioni).

    Non è detto che tu non possa diventare un grande trader, questo ovviamente dipende solo da te.
    Solo un deficiente perdente tratta diversamente le persone in base al denaro/potere di questi ultimi

    Lealtà, Uguaglianza, Solidarietà, Meritocrazia, Giustizia in un'unica parola: Dio

    Seguici su Twitter: @tradingforumit

    Seguimi su Twitter: @OresteBoccia

  3. #13

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da slevin19 Visualizza messaggio
    Ok avevo interpretato io male la fiducia, l'avevo intesa come "convinzione" nel fatto che trading possa essere un mezzo per fare soldi facili, subito e senza troppo impegno

    Capisco il discorso del capitale...continuando a fare un paragone con il poker, mio attuale unico metro di paragone per similitudine nei modi di operare e ragionare, a parte il rischio ma comunque bisogna mettere in conto che ci saranno delle perdite. ovviamente se un investimento rischia di farci perdere il 100% del nostro capitale oltre il rischio di rimanere senza fondi, c'è anche il fattore psicologico che sarà sicuramente rilevante e può influire negativamente se il rischio è molto alto.

    Vorrei fare una domanda tecnica, che sicuramente hanno fatto altre centinaia di volte, dove posso iniziare ad investire? sito online o nn so esistono altri modi??
    E per restare sempre aggiornati e confrontarsi esistono solo i forum o vengono organizzati eventi di tanto in tanto?! Insisto su questo aspetto perchè penso possa fare la differenza confrontarsi di persona con altri traders...
    Sinceramente non ho capito bene cosa c'entri il poker col trading anche volendo considerare le cosiddette analisi statistiche.
    Per il resto mi sono stupito di non leggere alcune cose ovvie, probabilmente perché ti hanno risposto le persone sbagliate. Chi fa questa attività da decenni ha una disciplina mentale fortissima grazie alla quale ha eliminato tutti quei fattori che portano in perdita o peggio azzerano il conto, fino a non considerarli più: l'impazienza, la fretta, la competizione, la frustrazione per le occasioni mancate, la rabbia per le perdite, la voglia di rifarsi subito, la noia, la noia, la noia.

    Per il resto è tutto giusto, visto che parliamo di volgarissimi soldi, per farli ci vogliono altri soldi e anche tanti, siamo nell'ordine di minimo quattro zeri.
    I corsi ci sono, alcuni sono interessanti, tanti altri sono come quei pullman gratis per Capri con dimostrazione annessa del folletto alla fine ma se speri che nel confronto con altri traders possa trovare qualcuno che ti insegni qualcosa o ti dica: si fa così o cosà mi sa che resterai molto deluso In genere prevale una certa dose di "sano" egoismo.
    Il più quotato comunque penso sia l'ITF di Rimini, o almeno è quello che sento nominare di più, sarebbe piaciuto anche a me andare a curiosarci se fossi stato più vicino

  4. #14
    Data registrazione
    30-08-2007
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    16,039

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da glaucopide Visualizza messaggio
    Sinceramente non ho capito bene cosa c'entri il poker col trading anche volendo considerare le cosiddette analisi statistiche.
    Per il resto mi sono stupito di non leggere alcune cose ovvie, probabilmente perché ti hanno risposto le persone sbagliate. Chi fa questa attività da decenni ha una disciplina mentale fortissima grazie alla quale ha eliminato tutti quei fattori che portano in perdita o peggio azzerano il conto, fino a non considerarli più: l'impazienza, la fretta, la competizione, la frustrazione per le occasioni mancate, la rabbia per le perdite, la voglia di rifarsi subito, la noia, la noia, la noia.

    Per il resto è tutto giusto, visto che parliamo di volgarissimi soldi, per farli ci vogliono altri soldi e anche tanti, siamo nell'ordine di minimo quattro zeri.
    I corsi ci sono, alcuni sono interessanti, tanti altri sono come quei pullman gratis per Capri con dimostrazione annessa del folletto alla fine ma se speri che nel confronto con altri traders possa trovare qualcuno che ti insegni qualcosa o ti dica: si fa così o cosà mi sa che resterai molto deluso In genere prevale una certa dose di "sano" egoismo.
    Il più quotato comunque penso sia l'ITF di Rimini, o almeno è quello che sento nominare di più, sarebbe piaciuto anche a me andare a curiosarci se fossi stato più vicino
    ciao glauco, le risposte serie vanno riservate alle domande serie.. per me chi parte mettendo sullo stesso piano il trading e il poker online inizia già male da subito..

    saluti
    ''Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande''

    Adriano Olivetti

  5. #15
    Data registrazione
    19-07-2008
    Residenza
    Toscana
    Messaggi
    451

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da glaucopide Visualizza messaggio
    Chi fa questa attività da decenni ha una disciplina mentale fortissima grazie alla quale ha eliminato tutti quei fattori che portano in perdita o peggio azzerano il conto, fino a non considerarli più: l'impazienza, la fretta, la competizione, la frustrazione per le occasioni mancate, la rabbia per le perdite, la voglia di rifarsi subito, la noia, la noia, la noia.
    Molto importante questo !
    --------------------------------------------------------------------------------------------

    Non vi sono certezze... solo opportunità. V

  6. #16

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Andrea Platani Visualizza messaggio
    ciao glauco, le risposte serie vanno riservate alle domande serie.. per me chi parte mettendo sullo stesso piano il trading e il poker online inizia già male da subito..

    saluti
    All-In per mister Platani!!

    Slevin se vuoi fare incazzare un trader paragonalo ai giocatori di poker online o delle corse dei cavalli

  7. #17
    Data registrazione
    30-08-2007
    Residenza
    Reggio Emilia
    Messaggi
    16,039

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da glaucopide Visualizza messaggio
    All-In per mister Platani!!

    Slevin se vuoi fare incazzare un trader paragonalo ai giocatori di poker online o delle corse dei cavalli
    ''Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande''

    Adriano Olivetti

  8. #18

    Predefinito

    Citazione Originalmente inviato da Oreste Rosario Boccia Visualizza messaggio
    Giovanni noi ti stiamo mettendo in guardia dai rischi presenti nel trading.
    Scusa Oreste, non era con tono negativo, anzi sto facendo tesoro dei consigli che tu ed altri avete dato fino ad ora per i quali ancora vi ringrazio. Se consideriamo una scala da 1 a 10 per valutare il mio rapporto con il trading, io mi trovavo a -10, con quello che mi avete detto fino ad ora forse riesco a partire da -1 però sicuramente con un atteggiamento più attento e soprattutto ho realizzato che ci devo mettere più impegno di quanto inizialmente pensavo.

    Citazione Originalmente inviato da glaucopide Visualizza messaggio
    Sinceramente non ho capito bene cosa c'entri il poker col trading anche volendo considerare le cosiddette analisi statistiche.
    Per il resto mi sono stupito di non leggere alcune cose ovvie, probabilmente perché ti hanno risposto le persone sbagliate. Chi fa questa attività da decenni ha una disciplina mentale fortissima grazie alla quale ha eliminato tutti quei fattori che portano in perdita o peggio azzerano il conto, fino a non considerarli più: l'impazienza, la fretta, la competizione, la frustrazione per le occasioni mancate, la rabbia per le perdite, la voglia di rifarsi subito, la noia, la noia, la noia.

    Per il resto è tutto giusto, visto che parliamo di volgarissimi soldi, per farli ci vogliono altri soldi e anche tanti, siamo nell'ordine di minimo quattro zeri.
    I corsi ci sono, alcuni sono interessanti, tanti altri sono come quei pullman gratis per Capri con dimostrazione annessa del folletto alla fine ma se speri che nel confronto con altri traders possa trovare qualcuno che ti insegni qualcosa o ti dica: si fa così o cosà mi sa che resterai molto deluso In genere prevale una certa dose di "sano" egoismo.
    Il più quotato comunque penso sia l'ITF di Rimini, o almeno è quello che sento nominare di più, sarebbe piaciuto anche a me andare a curiosarci se fossi stato più vicino
    Grazie Glaucopide, era la risposta che cercavo! Ora ho intravisto l'aspetto "impegnativo" del trading che lo rende più una disciplina che un semplice moltiplicatore di soldi, basato su "scommesse" dette investimenti in qualche modo si studiate ma comunque dettate da fattori non controllabili, cosa che mi era apparsa dalle altre risposte fino ad ora. E soprattutto parte delle capacità che devo sviluppare oltre allo studio anlitico di grafici e andamento di mercati.

    Citazione Originalmente inviato da Andrea Platani Visualizza messaggio
    ciao glauco, le risposte serie vanno riservate alle domande serie.. per me chi parte mettendo sullo stesso piano il trading e il poker online inizia già male da subito..
    Citazione Originalmente inviato da glaucopide Visualizza messaggio
    All-In per mister Platani!!

    Slevin se vuoi fare incazzare un trader paragonalo ai giocatori di poker online o delle corse dei cavalli
    ahahahahaha...chiedo venia, non intendevo offendere nessuno! per far inca***re ancora di più Platani, oserei dire che dopo quello che ho letto, compresa la disciplina mentale da allenare illustrata da glaucopide, il poker online affrontato in un certa maniera e con determinati obbiettivi e il trading sembrano avere molte cose in comune! non voglio smentirmi ulteriormente, quindi rimando la risposta a quando avrò terminato almeno la lettura del libro di Murphy, cioè quando nella scala di prima sarò arrivato almeno allo scalino 0!

Discussioni simili

  1. solita italietta
    By Trader quando mi va! in forum Trading Bar
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 06-04-2011, 11.32.07
  2. piattaforma per novellino
    By AlexGekko in forum Trading On Line / L’angolo informatico
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 07-08-2010, 16.20.30
  3. Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 30-01-2009, 20.21.36
  4. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 05-10-2007, 09.34.10
  5. il solito
    By fumino in forum Trading Bar
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 04-10-2007, 20.39.03

Bookmarks

Bookmarks

Regole di scrittura

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •